Ortodonzia

Cure Ortodontiche – Ortodonzia e Ortognatodonzia

L’ortodonzia e l’ortognatodonzia ( ortodonzia dei bambini ) si pone come obiettivo principale lo studio e la correzione delle malocclusioni con trattamenti che usando tecniche e sistemi e agendo con apparecchi per ortodonzia mobile sia apparecchi per ortodonzia fissa. Ciò significa non solo rettificare ortodonticamente l’attività  masticatoria, ma anche ripristinare la funzionalità della fonazione, della deglutizione, della respirazione e, come è stato appurato negli ultimi anni, anche della postura di cui si da molta importanza all’ ortodonzia. Inoltre, nello studio e  nel trattamento ortodontico, bisogna tenere presente anche l’aspetto estetico che, se trascurato come talvolta accade quando si privilegia troppo la funzione, può determinare ripercussioni di tipo psicologico. Tale riflessione assume ancora maggiore rilevanza se l’ortodontista in Ortognatodonzia dove si trova generalmente di fronte a un bambino, il cui organismo è ancora in fase di sviluppo e la cui crescita potrà essere favorevole o sfavorevole. E sebbene negli ultimi anni le potenzialità di questa disciplina ortodontica si siano notevolmente ampliate, grazie ai moderni trattamenti ortodontici fissi altamente tecnici e alle nuove possibilità diagnostiche, bisogna sempre prevedere l’interferenza dei fattori di crescita e considerare non solamente il cavo orale, ma l’intero organismo del paziente per questo è molto importante effettuare un buon  studio ortodontico seguendo e tenendo sotto controllo durante il trattamento ortodontico tutti gli spostamenti che avvengono.

Pertanto l’ortodontista deve occuparsi anche della crescita e dello sviluppo delle ossa della faccia e della riposizione spaziale delle basi ossee in armonia con la componente neuromuscolare. Inoltre, egli deve prevenire la malocclusione con l’ ortodonzia intercettiva  e non solo curarla. Sicuramente il paziente, e i genitori in caso di bambini devono essere molto collaborativi nelle cure ortodontiche, il nostro studio al pari di altri si prefigge di contribuire a semplificare il rapporto dialettico tra medico e paziente, in questo caso relativamente alle principali problematiche ortodontiche. Quando si parla di ortodonzia, si intende “denti dritti”. Con questo termine si definisce la branca dell’odontoiatria, che si occupa della diagnosi di prevenzione e terapia dei disallineamenti dentali, dei disturbi di crescita dei mascellari e dei difetti di sviluppo della dentizione Per ortodonzia generale si intende apparecchi ortodontici fissi e mobili. Gli apparecchi fissi non sono rimovibili e vengono formati da placche dette brakets, che guidano lo spostameto dei denti. I brackets possono essere in metallo o in ceramica, cioè bianchi e presentano una spaccatura, nella quale decorre un filo speciale preformato, con memoria elastica che provoca la forza di spostamento.

• La cosa più importante per una buona ortodonzia è una buona diagnosi : • E’ per questo che nel nostro studio nella fase principale, si eseguono delle impronte e si analizzano delle radiografie digitali che sono l’ortopanoramica e la telecranio latero laterale. La digitalizzazione dell’immagine ci permette di eseguire misurazioni particolari che ci consigliano il tipo di patologia e così, il tipo di terapia . Nell’ ortodonzia dell’adulto, il metodo cambia leggermente, perché si possono ottenere solo movimenti dentali e non ossei, per migliorare l’allineamento dei denti o la postura mandibolare,mentre, nell’ ortodonzia del bambino, si può intervenire anche sulla crescita scheletrica in atto. Oggi si può notare che nell’ortodonzia dell’adulto, già in fase di trattamento, prende sempre più importanza un attenzione maggiore dell’estetica. Ortodonzia Estetica Per ortodonzia estetica si intende un approccio al trattamento dei disallineamenti dentali con apparecchi che non si notano tanto quanto quelli in metallo,e sono normalmente in ceramica. Esiste anche apparecchio linguale, chiamato così, perché viene posizionato sulla faccia nascosta dei denti, rivolta alla lingua, invece che sulla faccia esterna rivolta al sorriso, è stato inventato diversi anni fa per soddisfare le richieste di persone note nel mondo del cinema e dello spettacolo, ed oggi è disponibile per tutti, anche se non sempre compatibili in tutti i casi clinici.